Vai al contenuto

Cheope,il faraone oscuro

marzo 17, 2008

Nella foto:l’unica immagine conosciuta di Cheope


Il nome di Cheope è universalmente conosciuto.

Chi non ha sentito parlare del grande faraone,che fece erigere la più grande delle piramidi della piana di Giza?

Eppure non c’è figura più ammantata di mistero di Khufu,suo vero nome,o anche Sufis,come venne chiamato da Erodono,il grande viaggiatore dell’antichità.

Di lui non conosciamo nemmeno il volto,visto che non è mai stato ritrovato nulla che lo raffigurasse;non conosciamo nemmeno la durata del suo regno,visto che i dati storici sono estremamente discordanti;Manetho,il sacerdote egizio che per primo provò a scrivere una storia dei faraoni con le date di nascita e della durata del loro regno parla di 63 anni.

Il canone di Torino,scritto in ieratico,e risalente all’epoca (forse) di Ramsete II parla di 23 anni.

Una differenza,in termini reali,abissale.

Il suo cartiglio,per esempio,è stato ritrovato nelle tombe delle regine,e di alcuni dignitari;ed è stato trovato su alcuni massi interni alla sua piramide,unitamente a liste di muratori,con descrizioni accurate di quanto mangiavano….

Curiosamente,della madre di Cheope, Hetephras.moglie del faraone Snofru,abbiamo quanto meno la tomba e la descrizione dei suoi funerali;è possibile vederla ai piedi della grande piramide,è una di quelle definite piramidi delle regine.

Una figura dai contorni leggendari;Erodono narra che durante la costruzione della piramide,vennero a mancare i fondi.

Il faraone,che aveva spogliato l’erario per finanziare la costruzione della piramide,arrivò a far prostituire la figlia per continuare i lavori.

E racconta che ad ogni “visitatore” della sventurata ragazza era fatto obbligo di portare una pietra,da utilizzare per la piramide.

A parte il gossip assolutamente privo di fondamento,desta sorpresa la cattiva fama del faraone:furono infatti i sacerdoti di Tebe a riferire a Erodono quello che si tramandavano da secoli.

Evidentemente il clero contemporaneo a Cheope ebbe con lui un rapporto problematico,e ne mortificò di conseguenza la figura.

Non sappiamo nemmeno se fu sepolto nella sua piramide:del corpo non c’è traccia da tempo immemore,c’è solo il suo sarcofago,o meglio,c’è un sarcofago,nella camera del re.

Non c’è alcuna traccia di manufatti,forse predati in tempi lontanissimi:la grande piramide,con la sua mole,era un bersaglio appetibile per i razziatori d’oro.

Pure le leggende raccontano che il grande faraone venne sepolto all’interno della sua piramide;ma in modo assolutamente geniale,tant’è vero che ancora oggi ci si arrovella sulla effettiva destinazione di alcune camere di separazione che sono state individuate dai moderni apparecchi.

Può quindi avere un fondamento la leggenda?

Secondo l’onnipresente Zaki Hawass,direttore delle antichità egizie,si.

E’ per questo che la grande piramide viene ancora oggi scandagliata con attenzione.

Abbiamo pochissimi reperti risalenti all’epoca della IV dinastia,e qualsiasi ritrovamento getterebbe nuova luce su molti misteri che avvolgono la sua figura:perché costruì la grande piramide,e soprattutto,come?

Cosa avvenne durante il suo regno?E soprattutto:dove è sepolto?

 

http://www.misteriemisteri.splinder.com
About these ads
Un Commento leave one →
  1. Marco permalink
    febbraio 7, 2010 8:58 pm

    Siete convinti che la piramide sia stata opera voluta da di Cheope ? La figlia ……. ( spero state scherzando ). Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: